Le tue selezioni

Napoli

Le incantevoli studentesse della Ever After High Briar Beauty, Cerise Hood, Cedar Hood e Holly O’Hair sognavano da tempo di visitare una delle più belle città del sud Italia; purtroppo avevano un solo weekend a disposizione per visitarla, tra i vari impegni a scuola, ed erano davvero preoccupate di non riuscire a vederla tutta! Gli abbiamo consigliato di immergersi nel brusio della città il più velocemente possibile, e iniziare la loro esplorazione da “locali” e non da turiste. Il vero e miglior modo per conoscere Napoli è quello di immergersi completamente nella cultura locale, abbandonarsi all’allegra frenesia della città e lasciarsi investire dai colori e profumi che emana.

Un weekend alla scoperta di Napoli implica, per forza di cose, un itinerario ristretto, perché la città è talmente magica e bella che è impossibile vedere tutto in un paio di giorni.

Napoli è rinomata per i suoi edifici storici, per le piazze gremite, per i vicoli rumorosi e per le notevoli attrazioni culturali. Eppure il vero viaggio alla scoperta di Napoli non può che iniziare dal Mercato di Porta Nolana, uno dei mercati più caratteristici della città, che dà un’idea chiara di cosa significa essere a Napoli. Il mercato offre pesce fresco, preparazioni di carni particolari, verdura di stagione e tanto altro, persino dei vestiti e delle borse alla moda che le nostre amiche hanno adorato! Non abbiamo perso l’occasione di assaggiare lo street food locale: il cibo di strada napoletano è il vanto dei numerosi chioschi presenti nei quartieri popolari e turistici, e ci ha totalmente conquistato.

Una volta visitato il Mercato e fatto uno spuntino energetico abbiamo iniziato l’esplorazione del centro storico di Napoli, un intrico di vicoli, piazze e strade che è considerato il centro storico più grande d’Europa nonché uno dei più originali a livello architettonico. Secoli di Storia sono racchiusi nelle viuzze e nei palazzoni del centro storico partenopeo, e le nostre amiche sono state rapite da ciò che questa parte di città aveva da raccontare.

Una passeggiata lungo Spaccanapoli, la via che, appunto, “taglia” la città in due parti, attraversando alcune delle zone più affascinanti della città è stata la conclusione perfetta alla nostra mattinata, lasciandoci con tantissima curiosità per ciò che ci aspettava nel pomeriggio.

Dopo pranzo, abbiamo deciso di intraprendere il fantastico percorso nella Napoli sotterranea, una “città parallela” scavata nel tufo al di sotto del manto stradale. La Cappella di Sansevero, regno esoterico del leggendario alchimista noto come Principe di Sansevero, è uno dei “luoghi del mistero” di Napoli, davvero affascinante. Sembrava di stare visitando un inquientante luogo delle fiabe! Il Chiostro di Santa Chiara all’interno del complesso monumentale omonimo, è interamente ricoperto di maioliche che, accanto a raffigurazioni di allegorie e motivi naturali, raccontano scene di vita quotidiana della Napoli settecentesca. Briar e Holly ne sono rimaste incantate e hanno scattato tantissime foto, decise a portare a casa tantissime storie da raccontare.

Stanchi e affamati, abbiamo concluso la serata nel migliore dei modi: degustando la pizza più buona d’Italia, quella napoletana. Questo piatto, oggi diffuso e amato a livello internazionale, è stato “inventato” proprio a Napoli.

Per iniziare bene la seconda mattinata a Napoli, abbiamo raggiunto il Vomero e visitato Castel Sant’Elmo, uno dei castelli più belli di Napoli: la veduta che si gode dall’alto è a dir poco spettacolare e quindi ne abbiamo approfittato per scattare qualche bella foto ricordo. Cerise e Cedar erano stupefatte: non pensavano anche noi avessimo castelli così belli! Ma si sono dovute ricredere quando siamo arrivati alla seconda tappa della nostra giornata: il Palazzo Reale in Piazza Plebiscito. Gli interni erano ricchi di arredi antichi e stanze elegantemente decorate, anche se le preferite delle nostre amiche sono state l’Appartamento Reale e la Cappella Reale. Una visita da favola!

Ci siamo quindi spostati sul lungomare e l’abbiamo percorso fino a Castel dell’Ovo. Ed eccolo lì, il meraviglioso golfo di Napoli incorniciato dalla silhouette del Vesuvio! Una vista mozzafiato che ci ha completamente conquistato. Le nostre foto non hanno reso giustizia al panorama che abbiamo ammirato, che poco dopo si è tinto dei colori del tramonto. Il nostro viaggio era finito, ma torneremo: Napoli è una città che ci ha stupito e ci ha fatto innamorare!

Lascia un tuo commento