Le tue selezioni

La Scatola dei Giocattoli visita lo Showroom Mattel

mattel showroom

Uno sguardo esclusivo allo nuovo Showroom Mattel Italia, che verrà inaugurato alla fine di Ottobre

Chi di noi, crescendo non ha giocato almeno una volta con dei giocattoli Mattel? Che fosse una Barbie, una macchinina HotWheels o un divertente giocattolo Fisher Price, questo brand ha fatto parte della nostra storia personale da sempre, condividendo con noi momenti felici, altri tristi, ma in ogni caso costruendo sempre magnifici ricordi.

Con questa premessa, potete tutti immaginare come ci siamo sentiti quando ci è stato comunicato che La Scatola dei Giocattoli avrebbe avuto la possibilità di vedere in anteprima il nuovo showroom che il brand ha costruito presso i loro uffici di Milano.

Entrarci per la prima volta è stata un’esperienza indimenticabile: ovunque nell’aria si poteva respirare creatività e quel pizzico di magia che è necessario per ideare e costruire un giocattolo speciale. Ci hanno molto colpito le decorazioni sparse per gli uffici; non era raro trovare frazi motivazionali o incoraggianti a grandi lettere sui muri. Una citava “Hai ringraziato qualcuno  oggi?” invitando i dipendenti a interagire con i propri colleghi. Un’altra diceva: “Crediamo nel potenziale di te, e di noi”. Questo trasmetteva un’aria positiva e piacevole in tutto l’ambiente, cosa che abbiamo amato dal primo momento. L’ingresso ci ha accolto da un lato con un’enorme scritta: “Creando il futuro del giocare”, e dall’altra parte con un’intera parete di vetro contenente alcune tra le più belle Barbie Collectors, illuminate ad hoc per mostrare tutto il loro splendore.

Seguendola, siamo poi arrivati al vero e proprio showroom: uno spazio che Mattel ha recentemente sistemato per esporre i loro migliori prodotti, divisi per brand, e per vecchie e nuove collezioni. Il tutto era accompagnato da schermi interattivi e luci intense, che un pò abbagliavano e un pò stupivano, aumentando la sensazione di stare vivendo un esperienza unica, e anche un pò esclusiva. Ogni sezione era più bella dell’altra: dalle case di Barbie, alle Principesse Disney, i giocattoli Fisher Price, l’energico Max Steel, Batman, Superman e tutte le licenze, sembrava di essere letteralmente nel paese dei balocchi, e noi ci sentivamo un pò come il bambino che si trova di straforo nel laboratorio di Babbo Natale.

Abbiamo persino avuto modo di vedere alcune collezioni nuove, ancora non annunciate, che saranno sul mercato nei prossimi mesi…credeteci se vi diciamo che Mattel non deluderà tutti gli appassionati!

» Clicca qui per vedere l’intera gallery dello showroom sulla nostra pagina Google+

» Qui di seguito un breve video che mostra l’intero show-room!

Dopo il giro dello showroom, ci hanno fatto accomodare in quella che abbiamo poi scoperto essere la sala Barbie; una sala conferenze interamente dedicata alla bionda più amata del mondo. Barbie ovviamente, troneggiava ovunque nella stanza; dall’enorme logo sul muro, alle vetrine mostravano sia Barbie esclusive, dedicate ai paesi del mondo, o ad attrici famose, che gli ultimi modelli prodotti. Lì abbiamo avuto modo di incontrare i responsabili dei brands Mattel: Elisa Anchisi, Business Unit Lead per Fisher Price, Flavio di Maio, Business Unit Lead per Mattel Boys, e Alessandra Miranda, Business Unit Lead di Mattel Girls. Curiosi come siamo di tutto ciò che riguardi i giocattoli, non ci siamo fatti scappare l’occasione di porgli qualche domanda.

- Cosa credi sia la forza di Mattel, ciò che aiuta il brand a mantenere la sua posizione Leader nel settore?

Elisa Anchisi:  “La forza di Mattel è duplice: da un lato, riesce a mantenere l’appeal di brands che hanno fatto la storia del marchio, come Barbie, Hot Wheels, o Fisher Price, che sono una sicurezza per i genitori; ma dall’altro ha un fantastico approccio all’innovazione, lanciando nuovi brands come Monster High che vanno a creare nuovi mondi di giocattoli e contenuti per i bambini di oggi.

- Vista l’epoca in cui ci troviamo, come credi che il digitale abbia influenzato il mondo dei giocattoli?

Flavio Di Maio: “A mio parere il digitale sta influenzando tantissimo il mondo dei giocattoli. I bambini scoprono il mondo digitale sempre prima, accorciando in questo modo il tempo che dedicano invece ai giochi classici.”

Elisa Anchisi: “Si, è vero; anche noi, che ci occupiamo di neonati e bambini in età prescolare stiamo vivendo questo trend.. I genitori sanno che i bambini piccoli hanno bisogno di quanti più stimoli possibili, e Iphone e Ipad sono oggetti ormai integrati nella vita quotidiana, sempre a portata di mano e quindi ideali per essere usati come giochi, o integrati in essi (come nel caso del Centro Creativo Tante App-tività). Proprio per questo motivo sono nate tante applicazioni per smartphone e tablet, che hanno un vero scopo educativo.

Alessandra Miranda: “Io prendo come esempio Barbie. Nonostante i suoi 54 anni si è evoluta nel tempo e di conseguenza ha seguito l’evoluzione della società e quella del tempo e del modo in cui i bambini giocano. Ora usano molto il pc, i tablet, e quindi anche lei si è adattata, con contenuti digitali come il sito, il canale youtube, le puntate online e le sue pagine social media.

- Quali sono, all’interno dei tuoi brand, i prodotti che prevedi saranno i piu’ ambiti per Natale?

Flavio di Maio: Credo sicuramente Max Steel, visto che è una linea su cui stiamo puntando moltissimo, con i giocattoli, ma anche con la serie di cartoni e tutto il resto ad essa inspirata. Poi ovviamente i classici, Hot Wheels e i giochi in scatola come Uno.

Elisa Anchisi: Per il mondo dell’Infanzia direi tutta la linea Ridi&Impara, colorata, divertente, e molto educativa. Per i bambini in età prescolare sicuramente i favoriti saranno Mike il Cavaliere, novità di questo Natale, il trenino Thomas e Jake e i Pirati dell’Isola che non c’è.,.

Alessandra Miranda: Per quanto riguarda il mondo Barbie, Natale è il momento clou per gli accessori: vestiti, ma anche e sopratutto le case, o il camper e la mini. Monster High invece sarà tutto rivolto alla linea del nuovo film, “13 Desideri”.

- Molti dei vostri prodotti sono passati da giocattoli, ad experience brand. Cosa ha portato a questa scelta, quale prodotto rappresenta meglio questo cambiamento, e quali sono i suoi vantaggi? 

Alessandra Miranda: Credo che Barbie incarni totalmente il concetto di experience brand. La collaborazione con brand esterni è un punto fondamentale del successo Barbie, che l’ha aiutata a diventare ciò che è oggi. Ogni collaborazione offre ai consumatori la possibilità di vivere esperienze uniche e nuove, creando un punto di contatto con realtà che magari non avrebbero avuto altrimenti. Lo scopo principale è creare dei ricordi unici e memorabili. avendo allo stesso tempo più e svariate opzioni di gioco. Proprio come dicevamo prima, oggi giorno il tempo da dedicare ad ogni opzione di gioco e’ ridotto, quindi ciascuna di esse deve essere importante e lasciare il segno. È seguendo questo concetto che scegliamo ogni nuovo brand con cui collaboriamo.

- Cosa pensi della collaborazione con la Scatola dei Giocattoli?

Flavio di Maio: Penso che La Scatola dei Giocattoli vada a colmare una mancanza che era presente finora nel mondo dei giocattoli. Non esisteva quell’anello di conguinzione tra adulti e bambini, anche se alla fine, i giocattoli sono per tutti, non solo per i più piccoli. La Scatola dei Giocattoli rappresenta quel punto d’incontro, e racchiude enormi potenzialità. Prima di lavorare per Mattel, mi sono trovato a dover comperare un regalo per la mia nipotina di 5 anni. e un suo amichetto di 7. Non avevo davvero iera di cosa regalare, e quando mi dicevano il nome del giocattolo che volevano, mi confondeva parecchio e infastidiva non capire cosa stavo comperando. Oggi, una persona nella stessa situazione, con pochi semplici click può immergersi nel mondo dei bimbi, essere informato, e fare sempre la scelta giusta, ma consapevole. Mattel è sicuramente il primo, e più “presente” sponsor della Scatola dei Giocattoli, ma personalmente credo non dovrebbe restare l’unico.

- Con cosa giocavi quando eri piccolo, e qual’e’ il tuo giocattolo preferito di sempre?

Flavio di Maio: Quando ero bambino giocavo moltissimo con i Cavalieri dello Zodiaco, Starcom e le Mini4VD…anche se passavo anche moltissimo tempo giocando all’aperto. Il mio giocattolo preferito è sicuramente il pallone da calcio dei mondiali d’Italia ’90.

Elisa Anchisi: Come tutte le bimbe, ero una fan sfegatata di Barbie! Avevo tutto a tema Barbie, dai giocattoli, agli accessori per la scuola. Quindi Barbie diventa anche il mio giocattolo preferito di sempre; la mia preferita era Barbie Totally Hair, con la sua lunga chioma frisee!

Alessandra Miranda: Io giocavo tantissimo con i peluches; i miei preferiti erano un’intera serie di peluches colorati che mi regalò mio padre e che ancora oggi me lo ricordano tantissimo.

» Qui di seguito la nostra breve video intervista con Andrea Ziella, Sr. Analyst Channel Development Modern Trade per Mattel Italy

Lascia un tuo commento

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other