Le tue selezioni

Famiglia Meyers: una vita in barca a vela con tre figli

Isla, Haven e Mira sono tre bambine che vivono su una barca a vela di 13 metri e mezzo insieme ai loro genitori Scott e Brittany Meyers.

Vivere senza televisione, vedere distese di blu tutti i giorni, farsi cullare dalle onde, giocare sulla sabbia non solo d’estate e vivere in spazi dove il vocabolario di tutti i giorni ha il profumo di mare. Non si tratta di una favola, ma della storia di Isla, Haven e Mira, tre bambine che vivono su una barca a vela di 13 metri e mezzo insieme ai loro genitori. Scott Meyers, 39 anni e Brittany 36, si sono incontrati in occasione di una competizione di vela, da allora non si sono più lasciati e hanno realizzato un sogno comune, quello di vivere su “una casa galleggiante” alla scoperta del mondo.

Nel 2010 si sono lanciati in un’avventura e hanno iniziato il giro del mondo su una barca a vela. Ma da coppia, Scott e Brittany sono passati ad essere un trio dopo la nascita di Isla nel Marzo del 2012. Per qualche mese sono tornati a casa sulla terra ferma, per accogliere la primogenita, per poi riprendere il loro viaggio in direzione Stati Uniti, in compagnia di una nuova barca più grande e soprattutta di una bambina appena nata. A dicembre del 2013 Brittany scopre di essere di nuovo incinta e l’avventura in mare si interrompe di nuovo, per far nascere due gemelle Haven e Mira. Ma anche dopo il secondo parto la coppia decide di continuare il suo sogno e a soli 10 mesi dal parto salgono di nuovo sulla loro “casa sul mare”, incuranti di qualsiasi problema possa sopraggiungere in un viaggio così complesso con tre bambini piccoli. Viaggiano attraverso le Antille e aggiungono 13 bandierine alla mappa dei paesi visitati, percorrendo 16.000 chilometri.

Al momento la famiglia Meyers si è installata nelle isole vergini britanniche, dove Scott lavora come skipper per la compagnia Island Windjammers. Vorrebbero continuare a vivere così fino all’entrata a scuola della figlia più grande. Ma come si svolge una giornata tipo di una famiglia che vive tra la terra ferma e il mare? La piccola tribu si muove in spazi ridotti, anche se intorno c’è una distesa infinita di blu. Si passa la maggior parte del tempo a nuotare, giocare sulla spiaggia. Ma bisogna accontentarsi ogni tanto, fare il bucato a mano e svolgere normali attività della vita di tutti i giorni con qualche difficoltà in più. Sulla terra ferma hanno solo i loro piedi come mezzo di trasporto, usano  l’acqua di mare e sfruttano l’energia solare. Si finanziano grazie al lavoro di skipper di Scott e agli investimenti di alcuni sponsor.

Brittany è consapevole che è uno stile di vita complesso, che non può essere congeniale a tutti, ma hanno scelto di seguire la loro passione e coinvolgere le figlie nel loro sogno.

Una scelta estrema che lascia spazio a critiche, riflessioni e tante domande, ma che senza dubbio affascina e fa pensare a favole e racconti di marinai… Voi cosa ne pensate?

fonte: pianetamamma.it

Lascia un tuo commento

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other