Le tue selezioni

Piccoli in volo

Finiscono le scuole, alle porte le tanto agognate vacanze, per tanti di noi desiderio di pura evasione. Magari con un volo, verso mete lontane, per staccare completamente e lasciarsi alle spalle la routine e il torpore invernale.

Molti genitori però sono incerti sull’affrontare lunghe tratte con i bimbi.

Niente timori! In realtà il volo si può vivere in serenità e, anzi, trasformarlo in una vera e propria avventura per i nostri piccoli compagni di viaggio. Ecco un piccolo vademecum che può aiutarvi prima e durante.

Prima di partire

  • Se vi recate in un Paese extra UE anche il minore deve avere il passaporto elettronico
  • ​Portate i medicinali a cui il vostro bimbo è abituato
  • Sempre a portata di mano fazzolettini o spray disinfettanti, fermenti lattici e un antipiretico
  • ​Ricordatevi di inserire anche la voce relativa all’assistenza medica nell’assicurazione di viaggio
  • ​Preparate il bambino all’avventura del volo magari leggendogli un libro che spiega il mondo ad esso collegato
  • Su un atlante cercate insieme ai vostri figli il Paese dove vi recherete

Il baby bagaglio ad hoc

  • 2 cambi completi di intimo
  • ​2 pantaloni, 2 polo, 1 felpa e 1 maglioncino
  • 1 giacca a vento
  • 2 costumi
  • ​Scarpe da ginnastica senza stringhe, sandali comodi e sportivi
  • ​Per i bebè tutto il necessario per la pappa: latte in polvere, omogenizzati, pappe liofilizzate (niente liquidi), una copertina in pile, l’inseparabile ciuccio

Durante il volo

  • Munitevi di qualche gioco/libro nuovo
  • Durante le fasi di decollo/atterraggio offrite il biberon, il ciuccio, una caramella (o una gomma da masticare ai più grandi) per alleviare il fastidio alle orecchie
  • Se il volo è molto lungo, accompagnate il bimbo più volte lungo il corridoio per fargli sgranchire le gambe e favorire la circolazione
  • Offrite spesso al bambino da bere per ridurre la disidratazione dovuta all’aria molto secca
  • Vestite sempre il bambino a strati (in aereo e in aeroporto l’aria condizionata è spesso molto alta e potrebbe causare disturbi)
  • ​Tenete a disposizione una tutina comoda e morbida da far indossare al bimbo al posto dei vestiti che potrebbero costringerlo
  • Cercate di mantenere il ritmo dei pasti regolare: portate con voi i biscotti o la bevanda preferita
  • Se il bimbo ha più di tre anni spiegategli che l’aereo può trovare qualche nuvola e in tal caso si muoverà un po’ come se stesse passando su una strada piena di ciottoli, ma la cosa è del tutto normale, perché l’aereo è predisposto per questo
  • Per facilitare il superamento del jet leg aiutate il bambino ad abituarsi subito ai ritmi del nuovo Paese evitando i sonnellini che rallenterebbero l’adattamento

Fonte: Alfemminile

Lascia un tuo commento

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other