Le tue selezioni

Le regole per un felice rientro a scuola

La fine delle vacanze estive e l’inizio di un nuovo anno scolastico tra i banchetti di legno è sempre un momento un po’ cupo per ogni bambino. Salutare la spiaggia e gli amichetti dell’estate per tornare sui libri e quaderni di scuola può non sempre rivelarsi un’occasione felice e rendere i nostri bambini un po’ tristi e rassegnati. Vediamo insieme in che modo possiamo rendere questo momento più allegro, per far sì che i buoni propositi del nuovo anno scolastico che sta iniziando diventino più entusiasmanti ed accattivanti! Ecco le 10 regole d’oro per garantire un felice rientro a scuola ai nostri bimbi!

Prima regola: un felice rientro a scuola sarà più vivace ed allegro con dei nuovi accessori colorati e divertenti che accompagnino le mattinate di studio! Un nuovo diario per segnare i compiti con i personaggi dei cartoni animati preferiti, delle penne colorate, quadernidalle copertine allegre, uno zainetto simpatico!

Seconda regola: mai senza una buona merenda a scuola! Nei minuti di intervallo ogni bambino ha bisogno di riprendere le forze dopo le ore di lezione, dettati ed esercizi di matematica! Una buona merenda, che sia sana ma allo stesso tempo gustosa e dolce, aiuterà i nostri bimbi a riprendere le lezioni con un po’ di allegria ed energia.

Terza regola: i compiti del pomeriggiopossono essere davvero stancanti, dopo una mattinata già piena di lezioni, interrogazioni ed impegno tra i banchi e la lavagna. Perché non rendere più giocoso il momento di fare i compiti per casa, magari invitando dei compagni simpatici a studiare, accompagnando il pomeriggio di studio con un bel gelato o una fetta di torta con un bicchiere di succo di frutta fresco? L’atmosfera sarà meno tesa e noiosa, e studiare in compagnia sarà un buon modo per affrontare i compiti con piacere, rendendoli un momento positivo e gradevole, e non un pesante fardello!

Quarta regola: dopo pranzo, prima di iniziare a fare i compiti, anche i nostri bambini hanno diritto ad una… “pausa caffè”, proprio come noi, anche se senza caffè!! Mezz’oretta di gioco, svago o tv non toglierà nulla allo studio, anzi, aiuterà il nostro bambino ad iniziare i compiti un po’ più riposato e rilassato.

Quinta regola: il fine settimana è sacro! Dopo una intera settimana di scuola, non sarebbe giusto trascorrere il sabato e la domenica chiusi in casa, senza nulla di divertente da fare! Approfittate degli ultimi giorni di bel tempo prima dell’autunno per delle passeggiate all’aria aperta la domenica mattina, e la sera, perché no, un bel film o un gioco di società per tenere unita la famiglia e trascorrere del tempo piacevole insieme.

Sesta regola: quando il nostro bambino ottiene con l’impegno un bel voto ad un tema o alle interrogazioni, è giusto che venga gratificato. Non è importante comprare di continuo giocattoli costosi ed ingombranti, il regalo migliore che possiamo fargli è regalargli un’occasione speciale e tanto desiderata, come un pomeriggio al parco giochi o una festicciola con gli amici.

Settima regola: se il bambino non va così bene a scuola, non è necessario mortificarlo, rimproverarlo aspramente o umiliarlo davanti alle maestre ed i compagni. Privatamente basterà un piccolo discorso, con delicatezza, per spiegargli i motivi per i quali sarebbe meglio impegnarsi di più e le conseguenze positive di un buon rendimento scolastico. In ogni caso sarà sempre bene informarsi regolarmente sulla sua condotta contattando i suoi insegnanti: prevenire è meglio che curare.

Ottava regola: un bambino felice è un bambino che si sente accompagnato e sostenuto durante il suo percorso di crescita e sviluppo. Non bisogna mai trascurare un bambino durante i primi anni di scuola. Non sarà naturalmente necessario svolgere i suoi compiti scolastici, anzi, però un po’ di attenzioni e supporto durante le ore di studio pomeridiano lo aiuteranno a sentirsi più sicuro.

Nona regola: quando i compiti del pomeriggio sono terminati, è il momento di dire stop allo studio! Tutti abbiamo bisogno di svagarci, dopo una lunga giornata di lavoro, anche i nostri bambini!

Decima ed ultima regola: siamo tutti più allegri e spensierati, a casa come a scuola! Un bambino che vive in un ambiente tranquillo, sicuro, allegro e pacifico sarà senz’altro un bambino felice!

fonte: mammaebambino.pianetadonna.it

Lascia un tuo commento

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other