Le tue selezioni

Le app che ti insegnano a suonare come un grande artista

I vostri bambini hanno delle doti artistiche nascoste? Scopritelo facendo porvare loro queste app musicali.

Una delle più note è CoachGuitar. Dedicata a chi si sta avvicinando alla sei corde, offre un corso completo di chitarra a portata di dito. Scaricabile su iOS, Android e Windows, è pensata per i neofiti, per chi non ha mai visto una tablatura in vita sua e non sa leggere la musica.

Una volta presa la mano, possiamo affiancarle Ultimate Guitar Tabs, la più grande raccolta di spartiti del mondo per iOS, Android e Windows.

Passiamo alla batteria con Drum Guru. L’approccio qui è differente: non è solo per neofiti ma si rivolge anche agli esperti e offre videolezioni di grandi batteristi come Steve Gadd, Steve Smith o Mike Portnoy, il fondatore dei Dream Theater (nella foto).

Lo stesso sistema è alla base dell’applicazione gemella Bass Guru. Solo per iPad e  iPhone, è dedicata al basso e tra gli insegnanti troviamo artisti del calibro di Victor  Wooten, Tom Kennedy e Lincoln Goines.

Dalle corde ai martelletti ecco Maestro di pianoforte, applicazione per iPad che per 2,99 euro offre un valido aiuto per imparare a leggere la musica, acquisire il ritmo e riprodurre brani noti.

Va detto che anche i più piccoli possono avvicinarsi al pianoforte divertendosi. Per i bambini dai 4 anni in su c’è Music4Kids. Disponibile per iOS e Android (2,99 euro) consente di comporre e suonare muovendo le note su un pentagramm

Per i più grandi c’è Piano Dust Buster (iOs, 0,99 euro), che miscela gioco e insegnamento. Qui possiamo suonare direttamente sul display dell’iPad oppure mettere il tablet sul leggio del pianoforte per vedere quali tasti premere al momento giusto.

Ora che abbiamo posto le basi è arrivato il momento di esercitarsi e, perché no, incidere qualcosa. GarageBand di Apple (4,99 euro) porta su iPhone, iPad e iPod Touch un piccolo studio di registrazione.

Offre la possibilità di suonare numerosi strumenti come pianoforte, organo e batteria,  simula un amplificatore per chitarra, possiamo connetterla al microfono e permette di creare jam session collegando fino a tre dispositivi tra loro. Volendo poi possiamo anche registrare, arrangiare e mixare i nostri brani ovunque ci troviamo.

Per creare le proprie basi e divertirsi con i loop c’è Auxy, applicazione semplice e gratuita per iPad e iPhone caratterizzata da un’interfaccia colorata e molto intuitiva. Premendo sul display creiamo e spostiamo blocchetti di beat che saranno poi riprodotti a tempo da batteria, basso e due synth. Basta un tap poi per passare da un loop all’altro come i grandi DJ.

Insomma, le possibilità sono davvero tante e ora sì che sarà davvero tutta un’altra musica.

Fonte: corriere.it

Lascia un tuo commento

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other