Le tue selezioni

Compiti per le vacanze sì, ma senza stress

Finalmente la scuola è finita. È il momento di pensare solo alle vacanze, senza pensieri.

L’unica incombenza che riporta il pensiero dei nostri bimbi allo studio nei lunghi mesi estivi è quella dei compiti per le vacanze. Questi, se affrontati nel modo sbagliato, possono trasformarsi in una vera e propria fonte di stress, anche per i genitori.

Ecco quindi qualche suggerimento della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale per evitare di ritrovarsi negli ultimi giorni di settembre, a ridosso dell’inaugurazione dell’anno scolastico, a rincorrere ragazzini recalcitranti e svogliati.

  • Iniziate con uno stacco completo dalla scuola per almeno 20 giorni, per permettergli un cambiamento significativo delle sue abitudini
  • Suddividete i compiti in base ai giorni di vacanza che rimangono, cercando di dare circa un’ora di tempo al giorno a compiti di diverse materie per dedicare il tempo restante alle attività all’aria aperta
  • Proponete gli esercizi di matematica e grammatica in stile quiz, tipo parole crociate. E non trascurate di mostrare interesse a trovare il giusto risultato
  • Incentivare i fattori positivi dell’avere più tempo libero a disposizione: vivere all’aria aperta, giocare, cambiare stile di vita, conoscere nuovi amici, avere meno stress

Fonti: ansa.it

Lascia un tuo commento

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other