Le tue selezioni

BAMBOLE SENZA MAKE UP?

Sonia Singh, una mamma cresciuta in Tasmania, divertendosi, insieme alle sorelle, con giochi di seconda mano o fatti in casa, sta realizzando un progetto per recuperare le bambole usate e trasformarle.

Ridipinge, con i colori acrilici, i loro volti, riducendo le dimensioni degli occhi e delle labbra e elimina ogni traccia di make up. Restituisce un aspetto naturale ai loro capelli, prima troppo vaporosi, lavandoli, accorciandoli e usando il balsamo.

Sua madre cuce nuovi abiti in maglia, in stile country chic, più semplici, meno glamour e meno appariscenti di quelli originali, con cui “ri-vestire” le bambole e, insieme, scelgono calzature adatte, quelle che hanno l’aspetto comodo e che sembrano fatte apposta per i giochi avventurosi delle bambine. Scarpe «con i piedi per terra», come dice Sonia.

Che spiega: «Mi soddisfa molto riparare e riutilizzare gli oggetti usati e scartati, per dare loro una nuova prospettiva di vita».

Fonte: vanityfair.it

Lascia un tuo commento

Privacy Preference Center

Necessary

Advertising

Analytics

Other